Mený

 

Sa mulleri secuetrada

di Salvatore Vargiu

L’azione si svolge negli anni 70 in un grosso paese del Campidano. Pinuciu Cannisoni, impresario edile, si barcamena tra la moglie Consolata, dalla quale non è riuscito ad avere un figlio e la giovane segretaria-amante Silvana. La moglie, superato un periodo di depressione, trova ora un certo interesse nel curare il giardino della nuova villetta a Torre delle Mimose. La segretaria, insofferente per la condizione irregolare e clandestina, aspira ad essere sposata da Pinuciu. Questi, riluttante al divorzio non accetto dalla cultura paesana, tiene buona Silvana con ragionamenti anche strampalati, prospettando una sua non lontana vedovanza con la speranza che la Provvidenza, che l’ha portato da manorba ad impresario, non lo lascerà senza un figlio che dia continuità a tanta fortuna.
Sul finire del primo atto, proprio quando Assunta Arrucas coglie il genero Pinuciu in tenero atteggiamento con Silvana, arriva la notizia che Consolata è stata rapita….
La commedia, quasi un giallo in piena regola, risulta interessante non solo per il mistero che sarà chiarito nel finale, ma anche per la galleria di personaggi e per le tante situazioni tragi-comiche.

Galleria Fotografica

Scene da - Sa mulleri secuetrada -
Scene da - Sa mulleri secuetrada -
Scene da - Sa mulleri secuetrada -
Scene da - Sa mulleri secuetrada -
Scene da - Sa mulleri secuetrada -
Scene da - Sa mulleri secuetrada -
Scene da - Sa mulleri secuetrada -
Scene da - Sa mulleri secuetrada -
Scene da - Sa mulleri secuetrada -

 

AEON di Carboni - Realizzazione siti Internet